Ultimo aggiornamento: 21/10/2021

Come scegliamo

7Prodotto analizzati

21Ore impiegate

6Studi valutati

30Commenti raccolti

Non c’è niente di meglio che svegliarsi con un cielo azzurro e soleggiato. Una giornata perfetta da trascorrere in spiaggia, facendo escursioni o qualsiasi altra attività all’aperto. Tuttavia, un giorno intero fuori casa può essere un problema per i nostri dispositivi mobili.

Con l’uso intenso che ne facciamo, la loro batteria non dura nemmeno 24 ore. La soluzione? Un caricatore solare. I caricabatterie solari sono un rimedio comodo e, inoltre, ecologico. Non sai cosa sono? Hai dubbi sulla loro utilità o sul loro funzionamento? Vuoi sapere qual è il migliore per te? Sei nel posto giusto. In questo articolo risponderemo a queste e a molte altre domande su questi dispositivi innovativi.




Sommario

  • I caricatori solari trasformano l’energia solare in energia elettrica. In questo modo, puoi caricare i tuoi dispositivi portatili ovunque. Tuttavia, sono meglio utilizzati in situazioni molto specifiche o di emergenza, poiché le loro prestazioni sono inferiori a quelle dei caricabatterie elettrici tradizionali.
  • C’è una grande differenza tra i caricatori solari tradizionali e i powerbank solari. Questi ultimi incorporano una batteria dove immagazzinano l’energia elettrica per utilizzarla in un secondo momento.
  • Uno dei fattori fondamentali per differenziare i caricabatterie solari è il tipo di pannello. Ce ne sono diversi tipi, anche se i più comunemente usati sono monocristallino e policristallino. Altri elementi di differenziazione sono, per esempio, la potenza, la presenza di una batteria e la capacità di ricarica.

Caricabatterie solare: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Guida all’acquisto: cosa devi sapere sui caricabatterie solari

Ti piace passare tutto il giorno in spiaggia durante l’estate? O forse preferisci fare escursioni sui sentieri di montagna e magari pernottare in una tenda? Lascia che ti dica che tutte queste opzioni sono molto attraenti. Tuttavia, c’è un problema: come fai a far sì che il tuo cellulare mantenga la batteria carica? In questo articolo ti offriremo una possibile soluzione.

I caricatori solari convertono l’energia solare in energia elettrica. (Fonte: Vikhrov: 151070167/ 123rf)

Cos’è un caricatore solare?

Un caricatore solare può essere descritto semplicemente come un’unità mobile che utilizza la luce del sole per ricaricare qualsiasi dispositivo con una batteria. Come vedremo più avanti, i caricatori solari convertono la luce del sole in energia elettrica.

Per questo motivo, sono perfetti per quelle occasioni in cui passi molto tempo all’aperto e hai bisogno di tenere in carica i tuoi dispositivi mobili. Inoltre, sono caratterizzati dal fatto che sono molto robusti e impermeabili. Quest’ultima qualità è dovuta al fatto che, per trarre il massimo vantaggio dai loro benefici, è molto probabile che tu debba lasciarli esposti agli elementi.

Per quanto riguarda la robustezza, questo è dovuto alle diverse situazioni in cui si utilizzano questi dispositivi. È molto comune il loro utilizzo su spiagge sabbiose, durante le escursioni o in situazioni sportive. Come puoi vedere, sono molto soggetti a urti e cadute e quindi devono essere molto robusti.

C’è differenza tra un caricatore solare e un powerbank solare?

A seconda delle esigenze, possiamo raggruppare i caricabatterie solari in due gruppi principali. Quelli con una batteria integrata (conosciuti come powerbank) e quelli senza. I primi non sono altro che una tradizionale batteria portatile a cui è stato aggiunto un piccolo pannello solare.

La funzione principale di questi pannelli non è quella di ricaricare direttamente il tuo dispositivo mobile, ma di fornire una carica aggiuntiva al powerbank stesso. Quest’ultimo utilizza come fonte principale di ricarica la corrente elettrica. Per capire meglio, confrontiamo i due tipi di caricabatterie solari.

Caricatore solare tradizionale Solar Powerbank
Pro
  • Maggiore potenza di ricarica utilizzando solo ed esclusivamente l’energia solare.
  • Carica più velocemente i tuoi dispositivi.
  • Non c’è bisogno di fonti di energia elettrica.
  • Hanno una batteria integrata per immagazzinare energia.
  • Possono essere caricate da una fonte elettrica e possono salvarti nelle giornate nuvolose.
  • Di solito sono più economici
Contro
  • La loro utilità dipende molto dalla presenza del sole.
  • Tendono ad avere prezzi più alti dei powerbank.
  • Possono essere ingombranti e un po’ ingombranti.
  • Il piccolo pannello solare serve solo a fornire un supporto extra alla batteria portatile già carica.
  • Se hai finito la batteria del tuo cellulare e il tuo powerbank è “morto”, dimenticati che puoi ricaricare uno dei due con l’energia solare.

Pertanto, prima di decidere quale acquistare, è consigliabile analizzare attentamente le situazioni in cui li utilizzerai.

Come funziona un caricatore solare?

Come menzionato sopra, un caricatore solare è in grado di fornire energia elettrica utilizzando la luce del sole. Ogni pannello è composto da piccole cellule fotoelettriche. Non appena ricevono la luce diretta del sole, trasformano la luce in elettricità.

Tuttavia, questi pannelli hanno un problema. Ogni cella è in grado di raccogliere pochissima energia del sole. Per questo motivo (e anche perché sarebbe impossibile vendere caricatori con pannelli enormi), le aziende hanno scelto di posizionare più pannelli in parallelo. In questo modo, le limitazioni delle cellule vengono compensate.

Ora è più facile capire perché i powerbank non offrono la stessa capacità di ricarica dei caricatori solari al 100%. Il loro singolo piccolo pannello ha molte limitazioni in termini di quantità di energia che può raccogliere e trasformare in elettricità.

Quali tipi di caricabatterie solari esistono?

I caricabatterie solari non si differenziano solo per il fatto di includere o meno una batteria di accumulo di energia. Variano anche a seconda del tipo di pannello fotovoltaico che hanno. In questo articolo, descriveremo i due pannelli più usati e venduti: monocristallino e policristallino.

Pannelli monocristallini Pannelli policristallini
Materiale Sono fatti di puro silicio fuso Sono prodotti utilizzando meno silicio puro per ridurre i costi di fabbricazione (e quindi il costo finale del prodotto)
Prestazioni Le loro prestazioni sono molto alte grazie al livello di purezza del materiale. Questo è fino al 24% in laboratorio e il 18% di rendimento diretto il rendimento è molto più basso della parità di superficie utilizzata. È fino ad un massimo del 12% diretto
Colore Hanno il tipico colore nero uniforme Sono caratterizzati da un colore blu navy
Quando è meglio È raccomandato in situazioni di scarsa illuminazione come le giornate nuvolose. Questo è dovuto alla sua maggiore capacità di assorbire le radiazioni solari dà il meglio di sé in luoghi e situazioni luminose. Inoltre, è raccomandato in luoghi molto caldi poiché è in grado di affrontare il surriscaldamento molto meglio dei pannelli monocristallini

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un caricatore solare?

In precedenza abbiamo elencato i pro e i contro dei caricatori, confrontando i powerbank solari con i caricatori solari tradizionali. Tuttavia, in questa sezione esamineremo i vantaggi e gli svantaggi di questi dispositivi più in generale. In questo modo, avrai un’idea più chiara del perché comprare un caricatore solare.

Vantaggi
  • Molto utile in situazioni in cui una fonte elettrica non è disponibile
  • sei un grande utilizzatore di batterie portatili? I caricabatterie solari possono far risparmiare molta elettricità nel lungo periodo
  • A seconda delle tue esigenze, ci sono caricabatterie per tutti i tipi di dispositivi (cellulare, tablet, laptop, anche batterie per auto)
  • Rispettosi dell”ambiente
Svantaggi
  • La ricarica richiede più tempo di quando si utilizza una fonte elettrica
  • Nei giorni nuvolosi, la loro efficienza può essere influenzata
  • A seconda dei modelli, possono essere molto ingombranti e pesanti
  • Possono essere molto costosi

Quanto tempo impiega un caricatore solare a caricare un telefono cellulare?

È quasi impossibile dare una risposta precisa a questa domanda. Il tempo dipende da molti fattori: quantità di luce, tipo di pannello, angolo del raggio del sole, durata dell’esposizione. Devi solo dare un’occhiata alle recensioni del prodotto su Amazon. Lì, anche se le valutazioni sono positive, troverai opinioni molto contrastanti sui tempi di ricarica.

È vero che un caricatore solare non raggiunge i tempi di ricarica di un caricatore elettrico tradizionale. Vale anche la pena menzionare che questi sono spesso utilizzati per caricare i powerbank e non gli smartphone direttamente. In questo modo, puoi approfittare delle ore di luce per caricare la tua batteria portatile. Di conseguenza, puoi usarlo come fonte di ricarica per il tuo telefono cellulare di notte o quando ne hai più bisogno.

È meglio un caricatore solare o un caricatore tradizionale?

Dipende. Sia i caricabatterie solari che quelli tradizionali hanno i loro pregi e difetti. Pertanto, la superiorità dell’uno o dell’altro dipenderà in gran parte dalla situazione in cui ti trovi. Vediamo i vantaggi e gli svantaggi di ciascuno.

Caricatore solare Caricatore tradizionale
Pro
  • Non hanno bisogno di una fonte elettrica (a meno che non siano powerbank).
  • Ti permettono di caricare le tue batterie ovunque. Che sia sulla cima di una montagna, in un deserto o al Polo Nord, non devi preoccuparti. Svolgeranno il loro compito in modo ottimale.
  • Consentono un notevole risparmio di elettricità a lungo termine.
  • Rispettoso dell’ambiente.
  • Ricaricano le batterie molto più velocemente (specialmente se sono supercariche).
  • Non importa se è giorno, notte, estate o inverno. Finché hai una fonte elettrica, saranno sempre al loro rendimento ottimale.
  • Hanno un prezzo molto più economico
Contro
  • La loro efficienza dipende molto dalle condizioni atmosferiche.
  • I powerbank solari hanno bisogno di una fonte elettrica per ricaricarsi.
  • Possono essere abbastanza costosi.
  • La velocità di ricarica è limitata.
  • Se vuoi passare un’intera giornata in mezzo alla natura, a meno che tu non abbia un powerbank con una batteria molto grande, è probabile che tu rimanga senza fonte di ricarica.
  • Il consumo di energia è molto più alto rispetto ai caricatori solari.
  • Ogni volta che viaggi in un altro paese, dovrai portare con te un adattatore di corrente.

Quando vale la pena comprare un caricabatterie solare?

A questo punto, conosci già le caratteristiche principali dei caricabatterie solari. Hai anche visto i confronti tra questi dispositivi e i caricatori più tradizionali. Quindi, quello che rimane da analizzare è quando vale la pena comprare un caricabatterie solare. Vediamo!

  • Se ti piace l’escursionismo.
  • Quando ti piace passare molto tempo da solo nella natura.
  • Se fai sport all’aperto.
  • Se, durante l’estate, ti piace passare molto tempo in spiaggia.
  • Quando fai escursioni in parti remote del mondo (giungle, deserti, ghiacciai).
  • Se ti piace rispettare l’ambiente.
  • Se passi molto tempo in viaggio e hai bisogno di ricaricare il tuo cellulare più di una volta al giorno.

Ovviamente, queste sono solo alcune delle situazioni che rendono il caricatore solare una buona scelta di acquisto. Le sue caratteristiche possono essere messe a frutto in molte altre occasioni.

C’è una grande differenza tra i caricatori solari tradizionali e i powerbank solari. (Fonte: Diy13: 103330183/ 123rf)

Criteri di acquisto

Dopo aver risposto alle domande e ai dubbi più frequenti sui caricabatterie solari, andiamo ad analizzare i criteri su cui dovresti basare il tuo acquisto. In questo modo, sarai in grado di scegliere il modello che ti darà più benefici a seconda delle tue esigenze. Iniziamo!

Potenza (W)

Se hai fatto ricerche sui caricabatterie solari su Amazon o in altri negozi, avrai notato che ognuno ha una potenza diversa (W). Questa lettera misura la potenza che il caricabatterie è in grado di fornire durante il processo di ricarica. Più alto è il wattaggio, più alto è il numero di pannelli e quindi più grandi sono le dimensioni del dispositivo.

Pertanto, la potenza richiesta dipenderà da quanti e quali dispositivi vuoi caricare. Per esempio, un caricatore con una tensione molto limitata non sarà sufficiente per caricare un computer. Tuttavia, può essere perfetto per ricaricare la batteria di un telefono cellulare o un powerbank.

Uno dei fattori chiave per differenziare i caricatori solari è il tipo di pannello. Ce ne sono diversi tipi, ma i più comunemente usati sono monocristallino e policristallino. (Fonte: Radosavljevic: 103296434/ 123rf)

Tipo di connessioni

I caricabatterie solari si differenziano anche per il tipo di connessioni che offrono. Per esempio, ce ne sono alcuni che sono progettati esclusivamente per piccoli dispositivi mobili. Per questo motivo, sono dotati solo di porte USB, micro USB o USB-C.

Tuttavia, ci sono altri che hanno bisogno di caricare apparecchiature più grandi come i computer o anche di far funzionare gli elettrodomestici. Questi includono uscite di potenza DC (corrente continua) e AC (corrente alternata). Ci sono anche inverter di potenza per poter trasformare la tensione del caricabatterie nella tensione del dispositivo da far funzionare.

Con o senza batteria integrata?

Come abbiamo visto nella sezione Guida all’acquisto, ci sono diverse differenze tra i caricatori solari “tradizionali” e quelli con una batteria integrata. Pertanto, la scelta tra l’uno o l’altro dipenderà dai nostri bisogni.

Se abbiamo intenzione di stare fuori casa solo per un giorno, allora un powerbank può essere più conveniente. D’altra parte, se stiamo per partire per una spedizione in mezzo alla natura che durerà diversi giorni, avremo bisogno di un caricatore solare tradizionale.

Capacità di carica

Un aspetto che vale la pena menzionare quando si parla di caricabatterie con una batteria inclusa. È la capacità della batteria, che si misura in mAh (milliampere per ora). Questa è la quantità di energia che il powerbank è in grado di immagazzinare e trasferire ai nostri dispositivi.

Se la batteria del nostro cellulare è di 2500 mAh, avremo bisogno di un caricatore di almeno 2500 mAh.

Riguardo a questo concetto, una domanda frequente è: quante volte posso caricare il mio cellulare con un caricatore portatile? La risposta è molto semplice: dipende dal tuo dispositivo. Se hai un cellulare da 2500 mAh e un caricatore da 5000 mAh, allora puoi caricarlo due volte. Se hai un caricatore da 10.000 mAh, allora puoi caricare 4 volte.

Ricarica veloce

Oltre alla possibilità di caricare il cellulare senza fili, la ricarica veloce è anche una caratteristica molto popolare tra gli utenti. Per questo motivo, molti produttori di caricabatterie solari includono una porta di uscita da 2.1A o superiore nei loro prodotti.

Questo permette ai tuoi dispositivi di raggiungere il 100% di carica in meno tempo. Tuttavia, non tutti i dispositivi sono compatibili con questa tecnologia. Quindi, è consigliabile controllare prima di procedere all’acquisto finale.

Riassunto

I caricatori solari possono essere un’alternativa molto efficace ai caricatori tradizionali. Sfruttano anche l’energia rinnovabile per fornirti elettricità in movimento. Tuttavia, questi dispositivi non sono raccomandati in tutte le circostanze. Devi considerare la situazione in cui li userai per assicurarti di avere il modello giusto.

Come abbiamo visto, avere un caricatore solare tradizionale non è la stessa cosa che averne uno con una batteria integrata. Tuttavia, ora sai tutto quello che devi sapere sui caricabatterie solari. Sei pronto a comprare il tuo primo caricabatterie solare? Diccelo in un commento e non dimenticare di condividerlo sui tuoi social network.

(Fonte dell’immagine: Phadventure: 86570140/ 123rf)

Recensioni