Ultimo aggiornamento: 24/07/2020

Come scegliamo

12Prodotto analizzati

23Ore impiegate

6Studi valutati

66Commenti raccolti

In questa guida parleremo del microfono a condensatore. Secondo i dati a nostra disposizione, il primo microfono della storia risale al 1870 ed era parte di un fonografo. Si trattava di un dispositivo dinamico, e rimase tale sino al 1917 quando venne realizzato il primo microfono a condensatore. Da allora è passato moltissimo tempo e la tecnologia ha fatto passi da gigante.

Tuttavia, al giorno d’oggi esistono sostanzialmente due tipi di microfoni: quelli dinamici e quelli a condensatore. Questi ultimi offrono una migliore qualità del suono, il che li rende perfetti per la maggior parte delle applicazioni professionali. Nonostante ciò, sono più fragili, quindi hanno bisogno di maggiore cura e normalmente hanno un prezzo più alto.

Le cose più importanti in breve

  • I microfoni a condensatore, che prendono anche il nome di microfoni elettrostatici, sono quelli che montano una capsula microfonica formata da due armature di un condensatore, una fissa e una mobile, separate da un materiale isolante.
  • L’applicazione principale dei microfoni a condensatore è la registrazione in studio. Tuttavia, si possono usare anche per conferenze, riprese video e per cantare direttamente sul palco.
  • Quando utilizzi un microfono a condensatore è importante che tu lo faccia in un ambiente acusticamente isolato in modo da evitare eventuali rumori, in quanto si tratta di un tipo di microfono più sensibile rispetto ai modelli dinamici.

I migliori microfoni a condensatore sul mercato: la nostra selezione

Di seguito ti presentiamo una selezione di quelli che sono attualmente migliori microfoni a condensatore disponibili sul mercato. L’abbiamo preparata includendo dei prodotti dall’ottimo rapporto qualità-prezzo e abbiamo cercato di renderla più varia possibile. Troverai anche un breve riassunto delle opinioni rilasciate da chi li ha acquistati in precedenza.

Il miglior microfono a condensatore per rapporto qualità-prezzo

TONOR propone un set comprensivo di microfono cardioide con tutti gli accessori del caso: un braccio regolabile con morsetto per attaccarlo alla scrivania, un supporto antivibrazioni per agganciare il microfono al braccio, un trasformatore per alimentare il microfono e collegarlo alla scheda sonora, filtro anti-pop, e naturalmente i cavi necessari.

Le recensioni sul set pronto all’uso TENOR sono estremamente positive; gli utenti ne lodano la qualità del suono registrato nonché la varietà di accessori, ritenendolo un ottimo acquisto considerando il basso prezzo a cui è venduto. Buona è anche la qualità dei materiali, e l’unico problema riguarda il morsetto del braccio, inadatto a scrivanie troppo spesse.

Il miglior microfono a condensatore per gli youtuber

Samson METEOR MIC ha caratteristiche che lo rendono uno dei migliori microfoni a condensatore per avere risultati audio professionali. È compatibile con la maggior parte delle workstation audio digitali, non richiede installazione di driver e ha un diaframma da 25mm. La risposta in frequenza a 20-20000Hz e la frequenza di campionamento a 44.1/48kHz lo rendono perfetto per le registrazioni al chiuso.

Per qualche recensioni è uno strumento indispensabile per qualsiasi youtuber (e non solo). Viene consigliato in quanto dà risultati professionali pur avendo un prezzo accessibile. Facilissimo da usare, l’audio ha un ottima resa e i rumori sottofondo sono minimi.

Il microfono a condensatore più economico

Il microfono omnidirezionale Gyvalza di tipo lavalier è lo strumento perfetto per registrare la voce in modo pratico e discreto, grazie ad una clip per agganciarlo ad una maglia o una collana posta alla base del microfono stesso. Il cavo è lungo 1,5 m e termina con un jack da 3,5 mm TRRS. La confezione include un adattatore TRS ed uno TRRS sottile.

Pur trattandosi di un prodotto economico, la qualità di registrazione è piuttosto buona ed i materiali sembrano resistenti. Il microfono è sensibile ai suoni vicini, ma in ambienti troppo rumorosi tende a catturare anche suoni distanti, restituendo un audio meno limpido. Ottima la fornitura di due adattatori per collegarlo a qualsiasi dispositivo.

Il microfono a condensatore più venduto

Il TONOR TN120234GO è un microfono a condensatore USB, con cavo lungo circa 2 m. Comprende anche un supporto treppiede per il microfono, inclinabile di 180°, ed un filtro anti-pop. Non richiede alcun driver né alimentazione aggiuntiva, è sufficiente collegarlo ad una porta USB di un PC o laptop.

Quello in esame è certamente un microfono economico, ma nonostante ciò regala un’ottima qualità di registrazione; il supporto incluso è abbastanza stabile, dato che il microfono stesso è molto leggero, e quindi il rapporto qualità-prezzo si dimostra più che buono. Bisogna tuttavia restare molto vicini al microfono affinché registri ad un volume adeguato.

Il miglior microfono a condensatore di fascia medio-alta

Il Rode NT-USB è un microfono cardioide con cavo lungo 6 m, filtro anti-pop e cavalletto. Include un output per le cuffie con controllo del volume ed una seconda manopola per effettuare il mix dell’audio direttamente dal microfono. Registra con un campionamento da 48 kHz a 16 bit, con una risposta in frequenza dai 20 Hz ai 20 kHz.

Gli acquirenti sono molto soddisfatti del microfono Rode, uno strumento di fascia medio-alta che garantisce un’eccellente qualità di registrazione. Viene molto apprezzata la presenza del mixer direttamente sul corpo del microfono e l’output per le cuffie, anche se manca un tasto per mutarlo. I materiali sono buoni, ma il cavalletto è migliorabile.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui microfoni a condensatore

Quando vuoi acquistare un microfono a condensatore devi tenere presente alcune cose importanti. Ricorda che esistono diversi tipi di microfoni a condensatore e che non tutti sono in grado di offrire le stesse prestazioni o sono adeguati alle stesse applicazioni. In questo paragrafo desideriamo risolvere qualsiasi dubbio possa sorgerti durante l’acquisto.

Mike And Condenser With Young Woman Singing In Studio

I microfoni a condensatore sono indispensabili per chiunque desideri creare il proprio studio di registrazione. (Fonte: Tyler Olson: 47936636/ 123rf.com)

Cosa sono esattamente i microfoni a condensatore?

I microfoni a condensatore, o microfoni elettrostatici, sono quelli che montano una capsula microfonica composta da due armature di un condensatore separate da un materiale isolante. Una di queste armature è fissa, mentre l’altra è mobile. L’armatura mobile è quella che funge da membrana microfonica.

L’avvicinarsi o l’allontanarsi della lamina fissa produce un cambio nella carica elettrica immagazzinata nel condensatore. Infine, la corrente elettrica generata dal cambio di tensione si trasforma in un segnale audio. In generale si tratta di microfoni dalle prestazioni professionali, soprattutto nell’ambito delle registrazioni in studio.

Quali sono i principali utilizzi dei microfoni a condensatore?

I microfoni a condensatore si usano principalmente nelle registrazioni in studio. Inoltre, si possono usare nelle conferenze, soprattutto quelli a collo di cigno e a spillo, e per le riprese video, dove si utilizzano i modelli detti “shotgun” per la loro forma che ricorda un fucile. Si possono utilizzare anche per cantare direttamente sul palco, anche se generalmente per questo scopo di prediligono i microfoni dinamici.

I microfoni a condensatore offrono diversi vantaggi importanti, tra questi vi sono una miglior qualità del suono e una maggior sensibilità. (Fonte: Yanyong Kanokshoti: 78744337/ 123rf.com)

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un microfono a condensatore?

I microfoni a condensatore offrono diversi vantaggi importanti, tra questi vi sono una miglior qualità del suono e una maggior sensibilità. Per questa ragione sono i preferiti dagli ingegneri del suono. Per contro, il loro prezzo è più elevato e risultano più fragili dei microfoni dinamici.

Vantaggi
  • Il suono è più naturale, più trasparente e più chiaro
  • Miglior qualità del suono
  • Possiedono una risposta di frequenza più ampia e una miglior risposta transitoria
  • Offrono una maggior sensibilità
Svantaggi
  • Il loro prezzo è più elevato rispetto ad altri microfoni
  • Attrezzature molto più fragili
  • Possono essere influenzati da alcuni fattori ambientali

Per chi è indicato l’acquisto di un microfono a condensatore?

I microfoni a condensatore sono uno strumento fondamentale per chiunque desideri creare un proprio studio personale, che sia per la radio, per la televisione, per effettuare registrazioni o per uso personale. Allo stesso tempo, avrai bisogno di un microfono a condensatore se sei un ingegnere del suono, un musicista, oppure un tecnico/operatore audio.

Che tipi di microfoni a condensatore esistono?

Esistono diversi tipi di microfoni a condensatore che si distinguono principalmente per il loro scopo di utilizzo. Esistono, tra i tanti, microfoni con cavo, senza cavo o wireless, con condensatore a elettrete (microfoni a spillo), i modelli cosiddetti “shotgun”, microfoni multiuso, e con diaframma largo o stretto.

I microfoni con diaframma largo sono più sensibili e permettono di isolare i suoni ambientali da quelli provenienti dalla parte anteriore. Sono particolarmente indicati per la registrazione vocale. Nonostante ciò, per registrare strumenti musicali e melodie sono più adatti quelli con diaframma stretto, in quanto risultano più sensibili e producono un suono più preciso.

Di quali accessori hanno bisogno i microfoni a condensatore?

I microfoni a condensatore hanno bisogno di una serie di accessori. Tanto per cominciare, considerato che le armature richiedono un potenziale elettrico, è necessario collegare i microfoni a un amplificatore in modo che possa ottenere il suddetto potenziale. In ogni caso, esistono anche modelli che funzionano a pile o a batterie.

Altri accessori utili sono i cavi XLR e le sospensioni elastiche per collegare i microfoni alle relative aste. I microfoni a spillo sono normalmente dotati di pratiche pinze di fissaggio. Ovviamente, per ottenere un suono di qualità superiore, consigliamo di utilizzare dei filtri anti-pop per bloccare i colpi d’aria.

Come si utilizza un microfono a condensatore?

Quando si utilizza un microfono a condensatore è importante che lo si faccia in un ambiente acusticamente isolato in modo da evitare la presenza di rumori indesiderati. Se non possiedi una sala insonorizzata, puoi acquistare un pannello insonorizzante. Inoltre, essendo strumenti molto sensibili, è importante che quando li colleghi all’alimentazione quest’ultima sia spenta.

Dovrai anche proteggerli dall’umidità. In tal senso, i filtri anti-pop, oltre a rendere il suono più pulito, sono perfetti per evitare possibili schizzi di saliva, che a lungo andare possono influire sulle prestazioni dello strumento. Allo stesso modo, bisogna evitare le vibrazioni. A questo scopo, dovrai acquistare un supporto antivibrazioni.

MadonnaCantante americana

“La musica fa sì che la gente rimanga unita”.

Quali sono le differenze tra microfoni a condensatore e microfoni dinamici?

A grandi linee si può affermare che esistono due tipi di microfoni: quelli dinamici e quelli a condensatore. Questi ultimi sono generalmente più cari e offrono una miglior qualità del suono. Tuttavia, non si può realmente dire se un modello e migliore dell’altro, in quanto ciascuno di essi presenta particolari caratteristiche che lo rendono più adatto per determinati utilizzi.

Prodotto Tipi di microfoni Utilizzi principali Struttura Prezzo
Microfoni dinamici Sono i più utilizzati negli spettacoli dal vivo.

Certi microfoni dinamici come lo Shure SM5 o lo Sennheiser MD421 si utilizzano anche per registrare in studio, principalmente da amplificatori per chitarra e casse.

Sono attrezzature più robuste capaci di sopportare meglio le condizioni di lavoro più difficili. Inoltre, sono più resistenti ai livelli di pressione sonora elevati Sono più economici, ma non di peggior qualità.
Microfoni a condensatore Si usano soprattutto per registrare in studio. Di solito sono più fragili, quindi richiedono una maggiore cura.

Generalmente sono meno resistenti alla pressione sonora, ma in cambio offrono una miglior risposta di frequenza e transitoria.

Il prezzo è solitamente più elevato rispetto ai microfoni dinamici.

Cosa sono la direzionalità e i diagrammi polari di un microfono a condensatore?

Un microfono unidirezionale è capace di captare maggiormente i suoni che provengono da un’unica direzione e può avere tre diagrammi polari: cardioide, supercardioide e ipercardioide. Il microfono omnidirezionale, invece, cattura i suoni in maniera uniforme da qualsiasi direzione nello spazio. Come potrai immaginare, il microfono bidirezionale cattura il suono proveniente da due direzioni nello spazio.

Il diagramma polare cardioide ha la forma di un cuore che prende il nome di curva cardioide. Questa particolare forma gli permette di avere una sensibilità al suono maggiore sulla parte anteriore. Il microfono supercardioide ha un angolo di risposta inferiore, di 115 gradi, mentre l’ipercardioide presenta una parte anteriore ancora più stretta.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=65&v=cqww4SlLaNs

Criteri di acquisto

Se desideri acquistare un microfono a condensatore, ti sarà utile seguire alcuni criteri di acquisto. A questo proposito, per rendere la tua scelta un po’ meno complicata, abbiamo selezionato quelli che pensiamo siano i più importanti. Speriamo che possano guidarti nel tuo acquisto e che ti permettano di scegliere uno strumento con un buon rapporto qualità-prezzo.

  • Scopo di utilizzo
  • Ambiente di utilizzo
  • Sensibilità
  • Livello di rumore
  • Caratteristiche del resto dell’attrezzatura
  • Marchio

Scopo di utilizzo

Ovviamente, quando si acquista un microfono a condensatore, la prima cosa da considerare è l’utilizzo che se ne vuole fare. In generale i microfoni a condensatore sono perfetti per registrare strumenti acustici, ottoni o voci delicate. Tuttavia, per registrare voci potenti, batterie o chitarre amplificate è meglio optare per un microfono dinamico.

Ambiente di utilizzo

Il luogo in cui viene utilizzato il microfono è un altro criterio importante da considerare. Per uno studio di registrazione, dovresti considerare i microfoni omnidirezionali dalla risposta di frequenza piatta. Diversamente, per i palchi sono più adatti i microfoni unidirezionali con diagramma polare cardioide.

I microfoni con diagramma polare cardioide sono progettati per ridurre i suoni ambientali e per tenere sotto controllo il feedback. Nonostante ciò, se il palco dovesse essere piccolo, sarebbe meglio optare per un microfono supercardioide dal diagramma di sensibilità più stretto rispetto ai modelli cardioidi.

Sensibilità

La sensibilità di un microfono equivale alla quantità di suono che riesce a catturare. Come abbiamo visto in precedenza, i microfoni a condensatore sono più sensibili di quelli dinamici. In ogni caso, al momento di scegliere quale dei due acquistare, non devi dimenticare di considerare questa caratteristica in quanto ti permetterà di sapere esattamente quanto il microfono sarà in grado di captare i suoni più deboli.

La sensibilità si misura a una frequenza di 1.000 Hz e si esprime in migliaia di Volt per Pascal (mv/Pa). È calcolabile tramite la seguente formula: S=t/P. S rappresenta la sensibilità, t la tensione elettrica somministrata e P la pressione sonora esercitata sul diaframma. In generale, maggiore è la sensibilità meglio è.

Eddie RobsonProfessore di canto nonché presidente e fondatore di IVT

“Dal mio punto di vista una buona registrazione dipende in buona percentuale dai microfoni utilizzati e dai loro preamplificatori”.

Livello di rumore

Il livello di rumore è il valore di pressione sonora prodotto sull’uscita del microfono in mancata presenza di una sollecitazione esterna. È il risultato dello stesso rumore interno dello strumento ed è provocato dal movimento termico degli elettroni all’interno del circuito elettrico. Si esprime in dB SPL.

Di solito un livello di rumore accettabile per un microfono deve essere inferiore ai 40 dB SPL Tuttavia, per essere considerato un microfono di alta qualità deve avere un valore al di sotto dei 20 dB SPL. Microfoni come il Rode NT1-A presentano valori di rumore interno davvero bassi, intorno ai 5 dB SPL.

Caratteristiche del resto dell’attrezzatura

Considerato che utilizzerai il microfono a condensatore con le corrispondenti attrezzature aggiuntive, acquistare un microfono di fascia alta con delle attrezzature di supporto di scarsa qualità non avrebbe molto senso, ammenochè non abbia già in mente di migliorare l’attrezzatura più avanti.

Marchio

Generalmente, i marchi di maggior prestigio sono considerati tali perché sono stati capaci di costruirsi una reputazione di costruttori di microfoni di alta qualità. Per tale ragione, se vuoi essere sicuro di acquistare un microfono dalle prestazioni valide, ti consigliamo di optare per un modello di un marchio rinomato.

Tra i marchi più popolari ricordiamo Neumann, Tonor, Rode, Behringer, Samson, Blue Microphones, Auna, Audio Technica, MXL o Neewer. Il marchio Neumann è conosciuto come uno dei migliori costruttori di microfoni al mondo. Per quanto riguarda i microfoni per voce di fascia media, Rode è una delle marche più rinomate.

https://www.instagram.com/p/BlaYUneHu64/

Conclusioni

I microfoni a condensatore offrono una qualità del suono più alta. Per questa ragione sono ideali per ambienti professionali, in particolare per gli studi di registrazione. Esistono diversi tipi di microfoni a condensatore, quindi scegliere il modello giusto può non essere del tutto semplice, soprattutto se non si hanno particolari conoscenze in materia.

Per questa ragione è importante che tu tenga a mente una serie di criteri d’acquisto. Chiaramente il primo di questi sarà l’utilizzo che desideri fare del microfono. Inoltre, dovresti tenere conto di altri fattori come l’ambiente di utilizzo, il marchio, il livello di rumore e la sensibilità.

Se hai trovato utile questa guida, puoi lasciarci un commento o condividerla sui tuoi profili social. Puoi anche farci una domanda, ti risponderemo il prima possibile.

(Fonte dell’immagine in primo piano: Thananit Suntiviriyanon: 46221160/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Claudio Santinelli Scrittore e traduttore
Sono una persona solare, che ama tutto ciò che riguarda la natura, ma amo anche la tecnologia e il fai da te. Sono un tipo sportivo, ma allo stesso tempo mi piace starmene seduto a leggere. Una volta laureato, vorrei insegnare.