I motivi per installare un NAS (Network Attached Storage) in casa o in ufficio possono essere diversi. Dalla necessità di poter contare su un file server al desiderio di disporre di un centro multimedia, passando per la possibilità di usarlo come server personale, come server VPN (server di rete privata virtuale) o come cloud privato.

In tal modo, i NAS vengono utilizzati sempre di più e per funzioni sempre più numerose, quindi la loro popolarità non smette di aumentare. Tuttavia, scegliere il server NAS che meglio risponde alle tue esigenze richiede qualche minima conoscenza tecnica. Al fine di semplificarti la scelta, abbiamo elaborato questa completa guida all’acquisto.

Le cose più importanti in breve

  • La popolarità dei server NAS per uso domestico e per piccole imprese o attività è in continua crescita. Il fatto è che questi dispositivi, a metà strada tra i sistemi di archiviazione locale e quelli di archiviazione nel cloud, offrono un gran numero di vantaggi.
  • Le principali funzioni dei server NAS consistono nel realizzare copie di backup, operare come centri multimedia e gestire file in rete, così da essere disponibili per qualsiasi dispositivo, senza bisogno di collegarsi direttamente con l’unità nella quale si trovano.
  • Alcuni server NAS presentano unità di archiviazione integrate; tuttavia, per la maggior parte vengono venduti con bay vuoti, così da acquistare quelle che meglio si adattano alle tue esigenze. In tal senso, puoi acquistare modelli specifici per NAS, che offrono un miglior rendimento e permettono un minore consumo, oppure puoi utilizzare un hard disk che non usi.

Classifica: I migliori NAS sul mercato

Qui di seguito ti presentiamo la classifica che abbiamo realizzato con i cinque migliori server NAS attualmente disponibili. L’abbiamo elaborata includendo articoli più diversi possibile, ma sempre scegliendo prodotti delle migliori marche. Inoltre, abbiamo cercato quelli che offrono il miglior rapporto qualità/prezzo e con le migliori recensioni.

Posto nº 1: QNAP 231p – 2 bay

Questo centro di archiviazione dati per tutto il nucleo domestico consente di eseguire il backup di appunti privati o blocco note da condividere. Il prodotto, dal peso di 1,28 chilogrammi, necessita di ioni di litio per funzionare, le quali sono incluse nella confezione. Contiene un processore e 1024 MB di RAM. Il prodotto misura 10,2 x 22,5 x 16,6 cm.

Gli utenti gradiscono il prezzo, giudicato come contenuto rispetto alle funzionalità del prodotto. Seppur lento durante l’avvio, è apprezzato perchè piccolo e silenzioso, adatto quindi ad ambienti ristretti ed ufficio. I recensori consigliano una certa esperienza per questi articoli. Molto gradita è la rapidità di spedizione e la cura nell’imballaggio.

Posto nº 2: Zyxel – 2 bay

Firmato Zyxel, questo sistema di archiviazione dati domestico è dotato di accesso remoto immediato con l’app Zyxel Drive. Anche tramite app, è possibile condividere con il proprio gruppo i dati. Facile da configurare, gestire e organizzare, la frequenza del processore è di 1,3 GHz e il RAID viaggia ad una performance di 105/105.8 MB per secondo.

Gli utenti considerano il prodotto come buono per via delle sue caratteristiche tecniche, tra le quali formattazione del disco interno automatica, ottima velocità di lettura via SMB e supporto di diversi file system, tra cui Apple. Tuttavia, è lento nella fase d’installazione e potrebbe richiedere più di un tentativo. Inoltre, la ventola è abbastanza rumorosa.

Posto nº 3: DiskStation DS218+ – 2 bay

Dotato di memoria interna da 2 Gigabyte espandibile fino a 66, questo dispositivo di memoria esterna ha come CPU un Intel Celeron J3355 con processore Dual Core 2.0 da 2.5 GHz. L’architettura della CPU è di 64 bit. Il prodotto misura 23×10,5×16 cm e pesa 1,3 chilogrammi. La scheda grafica è Intel HD Graphics 500 e la RAM è 2048 MB.

Punto di forza secondo gli utenti che hanno provato il prodotto è l’interfaccia grafica, considerata come intuitiva anche per i più inesperti. I dati dichiarati di velocità di lettura sembrano rispettati, ed è buono anche il backup system per desktop. Alcuni recensori considerano il prezzo un po’ elevato, tuttavia valido per la sicurezza offerta dall’articolo.

Posto nº 4: Synology DiskStation DS119j

Prodotto che porta il marchio Synology, questo dispositivo è dotato di collegamento Ethernet in LAN per maggiori prestazioni. Possiede due porte USB compatibili con diversi componenti. Inoltre, è possibile scaricare l’app Synology per usufruire di funzioni aggiuntive. L’articolo misura 22 x 7 x 16 centimetri e ha una dimensione RAM di 256 MB.

Il prodotto è giudicato dai recensori come buono per via delle funzionalità che offre. Unica pecca è la RAM, giudicata come troppo ridotta e limitata. Tuttavia, i clienti esaltano le app Synology, giudicate come il vero punto di forza dell’articolo. Apprezzata anche la facilità nel montaggio e la possibilità di impostare diversi livelli di potenza della ventola.

Posto nº 5: FANTEC QB-35US3-6G

Questo dispositivo ha spazio fino ad otto hard disk in un unico case. Le porte USB 3.0 superspeed consentono una velocità di trasferimento dati fino a 5Gbit al secondo. La velocità è 70% superiore grazie al protocollo UASP. La ventola interna da 80 x 80 mm è regolabile secondo tre velocità ed è prevista di sensore automatico della temperatura.

Gli utenti apprezzano il rapporto qualità-prezzo e la facilità di montaggio del prodotto, anche per individui non esperti nel settore. La rapidità di trasferimento dei dati dipende dal disco interno, ma viene considerata buona da molti. Viene gradita anche l’estetica dell’articolo. Alcuni ritengono che la ventola sia silenziosa, mentre altri la considerano un po’ rumorosa.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui NAS

Al momento di acquistare un server NAS, è fondamentale tenere in considerazione una serie di fattori importanti. Non dimenticare che esistono diversi modelli di NAS e che ciascuno è pensato per un tipo di utente diverso. Per aiutarti a conoscere meglio questo prodotto, qui di seguito troverai le nostre risposte alle domande che generalmente gli acquirenti si pongono proprio sui NAS.

nas-prima-xcyp1

Un server NAS è un sistema di archiviazione in rete di notevole capacità che si collega ad una rete domestica o professionale.
(Fonte: Panumas Nikhomkhai: 46086465/ 123rf.com)

Che cos’è esattamente un server NAS?

Un server NAS è un sistema di archiviazione in rete di notevole capacità che si collega ad una rete domestica o professionale. La sua funzione è quella di rendere possibile l’accesso a tutti i file e documenti esistenti su qualsiasi dispositivo della rete, senza bisogno di stabilire una connessione diretta con l’unità nella quale si trovano.

A che cosa serve un NAS?

I server NAS possono avere diverse funzioni. Tra le principali, gestire i file in rete, installare un server di streaming personale o offrire accesso a una rete locale ad un insieme di utenti. Inoltre, spesso vengono usati anche per archiviare le registrazioni delle telecamere di sorveglianza IP.

Allo stesso tempo, possono essere configurati come server connessi a Internet e, quindi, possono svolgere funzioni analoghe a quelle svolte dai servizi di archiviazione web o hosting. Quindi, li puoi utilizzare come server di posta elettronica o per archiviare il tuo sito web. È anche possibile trasformarli in server VPN.

nas-raid-xcyp1

Un RAID è un gruppo di hard disk configurati per funzionare come se fossero uno solo.
(Fonte: Everythingpossible 28742962/ 123rf.com)

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei NAS?

Disporre di un server NAS ti offre una serie di indiscutibili vantaggi. Per cominciare, rende accessibili tutti i documenti e i file dell’ufficio a qualsiasi dipendente. Inoltre, può essere utilizzato come server multimedia. Ti permette anche di disporre del tuo cloud personale in rete senza che Google possa avere accesso ai tuoi file.

Vantaggi Svantaggi
Ti permettono di disporre di uno spazio di archiviazione condiviso e di qualità. Per acquistare il NAS e gli hard disk, nel caso tu ne sia sprovvisto, è necessario un investimento economico.
Puoi accedere a tutti i tuoi dati, file e documenti da qualsiasi luogo del mondo attraverso un’applicazione del cellulare o una determinata pagina web del browser.
Puoi creare un centro multimedia per archiviare film, musica o fotografie. Il server NAS li invierà a qualsiasi dispositivo da cui potrai riprodurli.
Se lo utilizzi come cloud privato, avrai a disposizione tutti i tuoi documenti nella rete senza che Google o qualsiasi altra azienda possa accedervi.
Installare e configurare un NAS è un compito piuttosto semplice. Molti sono dotati di un proprio assistente di configurazione integrato.

Che cosa sono i bay dei NAS?

Gli spazi di cui dispongono i server NAS per montare gli hard disk sono chiamati bay. Nei NAS di uso domestico, solitamente bastano uno o due bay. Tuttavia, nei dispositivi per utenti professionali o per ambienti di lavoro è necessario disporre di quattro o anche dodici bay, a seconda delle necessità.

Tieni in considerazione che ogni bay prevede una determinata capacità di archiviazione. Quindi, se è di 10 GB, non è possibile montare un disco di 12 GB. Inoltre, occorre considerare il consumo energetico: più saranno i bay, maggiore sarà tale consumo. Quindi, non si consiglia di scegliere server NAS con più bay del necessario.

nas-prodotto-xcyp1

I dispositivi NAS non funzionano con Windows. I grandi produttori dispongono di propri sistemi operativi basati su Linux.
(Fonte: Sashkin7: 66167787/ 123rf.com)

Qual è la configurazione di RAID più adatta a un NAS?

Un RAID è un gruppo di hard disk configurati per funzionare come se fossero uno solo. In tal senso, possono funzionare sommando le loro capacità di archiviazione ovvero duplicando le informazioni per evitare la perdita di dati nel caso in cui uno degli hard disk si danneggi. Ogni tipo di RAID presenta caratteristiche distinte.

Tipo Caratteristiche
RAID 0 Tutti i dischi lavorano come un’entità singola.

La sua capacità totale è la somma delle capacità di tutte le unità.

I dati vengono scritti sui dischi in maniera simultanea, quindi si ottiene una maggior velocità. La velocità di lettura e scrittura raddoppia.

Non esiste alcun tipo di protezione di fronte ad eventuali errori.

RAID 1 È uno dei più utilizzati. Per evitare perdite di dati, questi vengono duplicati.

La capacità totale del NAS è la metà della somma di quelle dei dischi fissi.

Non ci sono miglioramenti nella velocità di scrittura, mentre quella di lettura è raddoppiata.

I dati sono protetti di fronte ad eventuali errori negli hard disk.

RAID 5 I dati vengono distribuiti su tutti i dischi, ma si riserva la capacità di una delle unità per parità.

È il più utilizzato in aziende e uffici. Si perde la capacità di uno dei dischi.

Si guadagna in velocità di lettura, mentre quella di scrittura non cambia.

I dati sono protetti, ma in caso di errori degli hard disk, si perdono tutte le informazioni.

RAID 6 I dati vengono distribuiti su tutte le unità, anche se si riserva la capacità di due di esse per parità.

Si utilizza spesso in aziende e uffici. Si rinuncia alla capacità di due hard disk.

Migliora enormemente la velocità di lettura, mentre quella di scrittura rimane costante.

I dati sono protetti. Possono cedere fino a due unità. Se cedono tre dischi, si perdono tutte le informazioni.

Quali hard disk mi servono per un NAS?

Anche se alcuni NAS presentano hard disk integrati, solitamente non è così. In questi casi, è fondamentale acquistare dischi fissi che ti offrano prestazioni adeguate. Al di là della capacità di cui dispongono, ciò che è davvero importante è la loro velocità di lettura e scrittura.

Una marca che offre hard disk specifici per NAS è la Western Digital, con la gamma Red appositamente sviluppata a tal fine. Senza dubbio, questi dispositivi garantiscono un ottimo rendimento. Comunque, se disponi di hard disk esterni che non usi, puoi anche approfittarne e installarli nel NAS.

Come si installa un server NAS?

Mettere in funzione un NAS non è eccessivamente complicato. Per cominciare, devi installare le unità di archiviazione che utilizzerai. Una volta fatto questo, il passo seguente è collegarlo alla rete locale. E, infine, non ti rimarrà da fare altro che configurarlo dal sistema operativo proprio del NAS.

Criteri di acquisto

Arrivato il momento di acquistare un NAS, è fondamentale tenere in considerazione una serie di criteri di acquisto. Per aiutarti nel processo di scelta, abbiamo selezionato quelli che consideriamo più importanti. Ci auguriamo che ti servano da guida nel tuo acquisto e che rimarrai completamente soddisfatto del tuo nuovo NAS.

  • Il sistema operativo che gestisce il NAS
  • Il processore
  • La memoria RAM
  • La capacità di archiviazione supportata dal NAS
  • Il RAID
  • Connessioni
  • Il produttore
Steve JobsImprenditore informatico

“Il centro della vita digitale sarà nel cloud”.

Il sistema operativo che gestisce il NAS

I dispositivi NAS non funzionano con Windows. I grandi produttori dispongono di propri sistemi operativi basati su Linux, come nel caso di Synology DiskStation Manager, QTS di Qnap o My Cloud di WD. In ogni caso, esistono anche molti sistemi gratuiti come FreeNAS, NASlite o Openfiler.

In generale, tutti sono piuttosto semplici da utilizzare. Alcuni, come QNAP, Asustor o Synology, si possono anche gestire dal cellulare. Inoltre, è importante anche tenere in considerazione di quali applicazioni dispone ciascun sistema per gestire server di posta elettronica, di FTP (File transfer protocol) e backup, tra gli altri.

nas-terza-xcyp1

Devi tenere in considerazione che esistono diversi modelli di NAS e che ciascuno è pensato per un tipo di utente diverso.
(Fonte: Sashkin7: 72172358/ 123rf.com)

Il processore

Per un ambiente familiare sarà più che sufficiente un processore Dual Core a 1 GHz. Invece, per un ufficio, devi pensare, come minimo, ad un processore quad core. In generale, attualmente i modelli di gamma media montano solitamente processori Intel Celeron, mentre quelli professionali utilizzano Intel i3 o Xeon.

La memoria RAM

La memoria RAM di cui avrai bisogno dipende dall’uso che desideri fare del server NAS. Se ti serve esclusivamente per salvare copie di backup, non devi preoccuparti eccessivamente di questo aspetto. Per uso domestico, può essere sufficiente una memoria da 512 MB. Invece, per un ufficio può essere consigliabile disporre di una memoria fino a 8 GB.

Se vuoi utilizzarlo come dispositivo multimediale per riprodurre contenuti in alta definizione, ti servirà almeno 1 GB di memoria RAM. Nel caso volessi utilizzare frequentemente il NAS come player multimediale in qualità HD o 4K, allora ti conviene pensare ad un server equipaggiato con 2 GB o più di RAM.

Chris HardwickAttore

“Non siamo più nell’era dell’informazione. Siamo nell’era della gestione dell’informazione”.

La capacità massima di archiviazione supportata dal NAS

Prima di acquistare un server NAS, devi sapere di quale capacità di archiviazione dispone e che tipo di hard disk dovrai utilizzare. I dispositivi più semplici dispongono soltanto di uno spazio per un disco fisso. I dischi più elementari possono permetterti di archiviare 1 TB o 2 TB, capacità che può risultare insufficiente per determinati compiti.

Se conti di salvare file multimediali di grandi dimensioni, ti conviene pensare a capacità dai 6 TB in su. Nel caso di un NAS da installare in un ufficio, puoi considerare l’idea di una capacità fino a 20 TB. Inoltre, alcuni dispositivi permettono anche di installare unità SSD, per quanto i vantaggi di queste, nei NAS, si sfruttino appena.

Connessioni

Per iniziare, è consigliabile che il NAS integri una connessione Gigabit Ethernet 1 Gbps o superiore, per collegarlo al router. Altrimenti, il suo rendimento risulterà notevolmente pregiudicato. In ogni caso, i server NAS più attuali già dispongono di connettori di 10 GbpE. Molti includono, inoltre, un secondo spinotto LAN.

Inoltre, se dispone di porte USB, potrai ampliare la sua capacità di archiviazione o collegare stampanti direttamente al NAS. Ti potrebbe anche interessare la possibilità che il server disponga di slot per schede micro SD. Se lo userai come centro multimedia, allora ti interesserà anche che disponga di uscita HDMI per poterlo collegare alla televisione.

nas-particolare-xcyp1

Per quanto alcuni NAS dispongano di hard disk all’interno, solitamente non è così.
(Fonte: Panumas Nikhomkhai: 46086486/ 123rf.com)

Il RAID

Prima di acquistare un server NAS, è importante verificare che tipo di RAID supporta. Se desideri sfruttare al massimo la capacità di archiviazione, ti sarà utile un RAID 0. Se, invece, vuoi essere protetto di fronte a possibili errori e guadagnare in velocità, pur perdendo la metà della capacità di archiviazione, ti conviene un RAID 1.

Il produttore

Quando si tratta di acquistare un prodotto tecnologico, è fondamentale scegliere un produttore che ti offra garanzia di qualità e buone prestazioni. A questo proposito, marche come Synology, Qnap, Western Digital o Netgear assicurano che i loro prodotti ti offriranno un buon rendimento e che avrai a disposizione un buon servizio di assistenza al cliente.

Conclusioni

I tanti impieghi, sia domestici che professionali, dei NAS hanno fatto sì che negli ultimi anni il loro utilizzo sia enormemente aumentato. Non c’è alcun dubbio che acquistarne uno implichi un importante investimento economico. Tuttavia, i molti vantaggi che offrono fanno sì che ne valga la pena.

Scegliere quello adatto dipende in larga misura dal fatto di possedere alcune minime conoscenze tecniche e di sapere perfettamente quali sono le tue reali esigenze. Perciò, prima di tutto, devi domandarti quale uso ne farai. A partire da qui, puoi iniziare a pensare a quale configurazione e quale produttore ti convengano di più.

Infine, se ritieni che questa guida ti sia stata utile nel tuo processo di acquisto, puoi lasciarci qualche commento o condividerla con i tuoi amici attraverso i social network.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Lucadp: 16644379/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
23 Voto(i), Media: 4,50 di 5
Loading...
CERCOTECH

Pubblicato da CERCOTECH