Negli ultimi anni, il prezzo dei dischi SSD non ha smesso di scendere. Allo stesso tempo, la loro capacità di archiviazione non ha smesso di aumentare. La combinazione di questi due fattori ha reso le unità SSD un’evoluzione molto interessante dei tradizionali dischi HDD. Un’opzione che offre molti vantaggi.

Nel medio termine, la tecnologia SSD finirà per prevalere sia sui laptop che sui PC fissi. I vantaggi che offre sono innegabili. Inoltre, i produttori hanno capito come aggirare alcuni degli svantaggi più rilevanti e si prevede che il loro prezzo continuerà a scendere.

Le cose più importanti in breve

  • SSD è l’acronimo inglese di Solid State Drive, tradotto come ‘unità a stato solido’.
  • Il suo prezzo non ha smesso di scendere negli ultimi anni e si prevede che continuerà a farlo.
  • I dischi SSD offrono velocità di lettura e scrittura più elevate. Inoltre, sono più affidabili degli HDD. Di solito, offrono una capacità inferiore rispetto ai tradizionali dischi. Tuttavia, si può dire che la differenza tra i due sistemi si va restringendo sempre di più.

Classifica: I migliori dischi SSD

Di seguito, ti presentiamo la classifica che abbiamo stilato con i cinque migliori dischi SSD disponibili sul mercato. Ognuno di essi spicca per qualche aspetto specifico. Tutti offrono un ottimo rapporto qualità-prezzo; in questo modo, potrai scegliere quello più adatto alle tue esigenze.

Posto nº 1: Kingston A400

Velocità di lettura e scrittura è di 500MB/s e 450MB/s1. Disponibile da 120GB fino a 960GB. Essendo 7 mm è progettato per l’uso con moltissimi computer desktop e notebook. Si collega tramite l’interfaccia SATA 3 e ha un prezzo talmente concorrenziale da essere tra i dischi SSD più acquistati su Amazon, nonostante non sia dei più recenti.

Montaggio semplice e veloce, per le recensioni è il disco SSD migliore in assoluto, grazie al rapporto qualità prezzo eccezionale. Non ha la capienza di altri modelli, ma per le necessità di un normale PC è più che sufficiente ed è capace di migliorare le prestazioni anche di apparecchi più datati.

Posto nº 2: Samsung 860 EVO

Il fattore di forma 2,5’’ e lo spessore di soli 7 mm garantiscono la massima compatibilità con tutti i laptop presenti sul mercato. L’interfaccia di connessione è la porta SATA III da 6 GB/s. È disponibile da 500GB fino a 4TB ed è in grado di raggiungere una velocità di lettura di dati sequenziali di 550 MB/s e 520 MB/s nella scrittura di dati sequenziali.

Secondo le recensioni questo disco SSD è capace di ‘resuscitare i vecchi PC’. È facile da installare, ha un prezzo molto conveniente e aiuta anche a far durare di più le batterie dei portatili.

Posto nº 3: SanDisk Extreme SSD Portatile

Una SSD portatile in formato tascalbile che offre anche una velocità di trasferimento fino a 550 MB/sec. Resiste a pioggia, schizzi e polvere. Capacità di archiviazione da 250GB a 2TB. Compatibile sia con Windows che Mac, si connette tramite USB 3.1 Tipo C e ha un cavo USB da tipo C a tipo C e un adattatore da Tipo C a Tipo A.
Una soluzione particolarmente apprezzata da chi non può inserire l’SSD internamente al computer. Resistente, compatta e dalle prestazioni pari a un disco interno, ha come difetto un cavo USB un po’ corto.

Posto nº 4: Crucial MX500

Una grande unità SSD che raggiunge velocità di lettura/scrittura sequenziali fino a 560/510 MB/s in tutti i tipi di file. Allo stesso modo, presuppone una velocità di lettura/scrittura casuale fino a 95/90 K in tutti i tipi di file. Tecnologia NAND Micron 3D. È disponibile nelle seguenti capacità: 250 GB, 500 GB, 1 TB e 2 TB.

Si collega tramite l’interfaccia SATA 3 – 6.0 Gb/s. Viene fornito con un sistema di protezione contro la perdita di energia integrata, nel caso in cui si verifichi un’interruzione di corrente imprevista. Inoltre, ha crittografia basata su hardware AES a 256 bit. Secondo le recensioni offre uno dei migliori rapporti qualità prezzo di tutto il mercato SSD.

Posto nº 5: Samsung 970 EVO

Il Samsung 970 EVO raggiunge velocità di lettura e scrittura incredibilmente elevate, dell’ordine di 3.500/2.500 MB/s, rispettivamente. È disponibile in diverse capacità: 250 GB, 500 GB, 1 TB e 2 TB. Usa l’interfaccia PCI Express x4. Il motore di crittografia è basato su hardware AES a 256 bit.

Velocità super e prestazioni eccezionali vengono descritte da chi ha comprato questo disco SSD. Qualcuno considera il modello Samsung precedente (il secondo nella nostra classifica) migliore di questo tipo.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui dischi SSD

Prima di acquistare un disco SSD, è opportuno prendere in considerazione una serie di fattori. Dopotutto, non tutti gli SSD sono uguali. Per aiutarti a scegliere quello che fa per te, in questa sezione, affrontiamo le domande più frequenti poste dagli utenti. In questo modo, non potrai sbagliarti nel tuo acquisto.

SSD-prima-xcyp1

La durata media di un disco SSD è tra i 5 e i 7 anni.
(Fonte: Believeinme33: 50336751/ 123rf.com)

Che cos’è un disco SSD esattamente?

SSD è l’acronimo inglese di Solid State Drive, che tradotto in italiano è ‘unità a stato solido’. In generale, il termine è usato per riferirsi alla nuova generazione di dischi rigidi. Questi dispositivi utilizzano unità di memoria flash. Il sistema è simile a quello utilizzato dalle memorie USB o dalle schede SD.

foco

I dischi, conosciuti anche come HDD, sono unità di memoria creati appositamente per archiviare in modo permanente file e dati.

Come funziona un disco SSD?

I dischi rigidi SSD hanno due zone di memoria. In una, memorizzano tutte le informazioni, anche se non ricevono energia elettrica. Mentre l’altra, molto più piccola, funziona come una memoria cache che accelera gli accessi. Questo sistema è gestito da un controller la cui funzione è quella di coordinare tutti gli elementi dell’SSD.

Quali sono gli usi principali dei dischi SSD?

Una delle applicazioni più interessanti è per installarvi sistemi operativi. In questo modo, l’avvio e la chiusura del sistema avvengono molto più rapidamente. Sono anche usati frequentemente per migliorare le prestazioni di vecchie apparecchiature. La sostituzione del disco HDD con uno SSD offre risultati sorprendenti.

SSD-seconda-xcyp1

I dishi SSD sono la versione moderna dei vecchi dischi rigidi.
(Fonte: Baloon111: 70945371/ 123rf.com)

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei dischi SSD?

I dischi SSD offrono numerosi vantaggi rispetto ai tradizionali dischi rigidi. Per cominciare, sono molto più affidabili. Inoltre, offrono velocità di lettura e scrittura molto più rapidi. Questo si nota particolarmente durante l’avvio del sistema e durante l’esecuzione di programmi che richiedono l’elaborazione di molte informazioni.

Sono anche molto più resistenti agli urti. Questo aspetto è molto importante per chi viaggia spesso. Come si suol dire: gli incidenti capitano. Di contro, il prezzo per Giga dei dischi SSD è superiore a quello dei dischi HDD. Inoltre, hanno un numero limitato di operazioni di scrittura.

Vantaggi Svantaggi
Sono molto più affidabili dei tradizionali dischi rigidi. Prezzo per Giga più alto dei dischi HDD.
Offrono una velocità di lettura rapida. Con gli anni perdono velocità di lettura e scrittura.
Non richiedono alcuna manutenzione. Hanno un numero limitato di operazioni di scrittura. Anche se è abbastanza alto da non essere superato con un uso normale.
Non avendo parti mobili, sono meno rumorosi e scaldano meno.

Che tipi di SSD esistono?

È possibile differenziare due tipi di dischi SSD a seconda di come si collegano al PC. Da un lato, ci sono gli SSD PCIe che si connettono attraverso una porta PCI Express come se fossero una scheda aggiuntiva. Questo tipo di connessione offre una maggiore velocità. Mentre, dall’altro lato, ci sono i dischi SSD Sata che si connettono come un disco HDD.

Tipo Caratteristiche
PCIe SSD Si collegano tramite una porta PCI Express. Questo tipo di connessione offre maggiore velocità. Presto, questo diventerà il tipo più comune di SSD.
Sata SSD Si connettono esattamente come i tradizionali dischi HDD. Al momento, sono più economici degli SSD PCIe.

Come si installa un disco SSD?

Quando devi installare un nuovo disco SSD, è consigliabile reinstallare il sistema operativo. Non è consigliabile clonare il precedente disco, poiché il sistema operativo può dare problemi. È meglio se esegui un backup del vecchio disco. Quindi, collega l’SSD e installa il sistema operativo.

A chi è consigliato l’acquisto di un disco SSD?

Potrebbe essere interessante per te acquistare un disco SSD quando installi il sistema operativo. Grazie alla maggiore velocità di lettura che offrono, avrai un avvio e uno spegnimento più rapidi. Poiché i sistemi operativi non occupano molto, sarà sufficiente un disco da 64 GB o 128 GB.

Un’unità SSD è consigliata anche quando si utilizza il computer per giocare. Inoltre, i dischi SSD sono una buona opzione per migliorare le prestazioni di vecchie apparecchiature. La differenza di prestazioni è davvero notevole. In ogni caso, quando è possibile, è raccomandato a quasi tutti gli utenti.

Che attenzioni bisogna riservare a un disco SSD?

Affinché un’unità SSD mantenga un elevato livello di prestazioni, è consigliabile lasciare libero almeno il 20% dello spazio su disco. L’unico motivo è il modo in cui i dischi SSD memorizzano le informazioni. Sui dischi più recenti potrebbe essere sufficiente lasciare solo il 10%.

Criteri di acquisto

Scegliere un’unità SSD non è un compito semplice. È una tecnologia relativamente nuova, che non è ancora ben nota al grande pubblico. Ecco perché è meglio che, prima dell’acquisto, si valutino una serie di fattori. Conoscere bene le caratteristiche del prodotto che sceglierai ti aiuterà a fare la scelta giusta.

  • Utilizzo
  • Capacità della memoria
  • Velocità di scrittura e lettura
  • Formato
  • Porta di connessione
  • Controller
  • Marca

Utilizzo

Non avrai bisogno dello stesso disco SSD per un laptop come per un computer fisso. E non sarà nemmeno lo stesso se lo si desidera per installare il sistema operativo o se lo si desidera utilizzare come memoria di massa. Normalmente, per un laptop avrai bisogno di un’unità con meno capacità.

Se hai bisogno di un disco SSD solo per installare il sistema operativo, va bene uno da 64 GB o 128 GB. Nel caso di un Mac, il minimo raccomandato è 250 GB. Se vuoi far rivivere un vecchio computer, avrai sicuramente bisogno di una capacità maggiore, di almeno 500 GB.

SSD-HDD-xcyp1

I dischi SSD memorizzano i file nei microchip.
(Fonte: 28074974/ 123rf.com)

Capacità di memoria

La memoria di un disco viene solitamente misurata in gigabyte (GB) o terabyte (TB). Il nostro consiglio è che per un laptop si acquisti un’unità di almeno 250 GB. Tuttavia, è consigliabile che sia di 500 GB o più. Nel caso di un computer fisso, dovresti pensare a un disco SSD da almeno 1 TB.

A meno che l’unità ti serva solo per installare il sistema operativo. In questo caso, come abbiamo menzionato nel punto precedente, devi fare distinzione tra un PC e un Mac. Per un PC, ti servirà un SSD da 64 GB o 128 GB. Di contro, per un Mac, avrai bisogno di un disco da almeno 250 GB per il sistema operativo.

Craig Bruce Conduttore radiofonico

“L’hardware è ciò rende veloce una macchina; il software è ciò che rende una macchina veloce lenta.”

Velocità di scrittura e lettura

Ad oggi, se acquisti un’unità SSD, non devi accontentarti di velocità inferiori a 500 Mbyte al secondo su SATA sia in lettura che in scrittura. È possibile trovare unità SSD molto economiche che offrono velocità inferiori. A nostro avviso, non valgono la pena.

Naturalmente, quando acquisti un disco SSD, assicurati di sapere quali sono le specifiche della tua scheda madre. Non sarà molto utile acquistare un disco molto potente se hai una scheda madre molto vecchia, poiché in quel caso non ti permetterà di massimizzare la potenza dell’SSD.

Formato

Il formato SSD più utilizzato è lo stesso degli standard dei dischi tradizionali. È disponibile nei formati da 2,5 e 3,5 pollici, noti per la loro versatilità. Se ti serve per un laptop, devi usare il formato da 2,5 pollici. Per i computer fissi ne puoi scegliere uno qualsiasi.

Un altro formato molto popolare viene chiamato M.2, che ha il vantaggio di avere dimensioni, peso e consumo minori. Le sue dimensioni sono di 80 x 22 x 3,5 mm. Sono più costosi di quelli precedenti e meno versatili. Una terza opzione, sebbene solo per i computer fissi, è il formato che si collega direttamente a una porta PCI sulla scheda madre.

Porta di connessione

I dischi da 2,5 e 3,5 pollici sono collegati tramite l’interfaccia SATA, per cui, al momento, non vale la pena acquistare qualcosa che non supporta SATA-III a 6 Gbps. Dal canto suo, l’M.2 può essere collegato a SATA o a PCIe. L’M.2 con interfaccia PCIe offre le migliori prestazioni.

Le unità M.2 con interfaccia PCIe possono raggiungere una velocità fino a cinque volte rispetto a quella di una connessione SATA. È vero che il prezzo è significativamente più alto, ma è anche vero che la differenza si riduce sempre di più. In ogni caso, queste unità diventeranno il futuro dell’archiviazione su PC.

Controller

Il controller è un componente fondamentale per il funzionamento di un’unità SSD. È il cervello del dispositivo e ha il compito di indicare il luogo in cui ogni cella di archiviazione deve essere letta o scritta. Un buon controller aiuta a prolungare la durata dell’SSD.

foco

Sapevi che la prima azienda a commercializzare dischi rigidi fu l’IBM nel 1956?

Durata

Sfortunatamente, uno dei punti deboli dei dischi SSD è che hanno un numero limitato di operazioni di scrittura. Inoltre, sono più vulnerabili alle interruzioni di corrente, che possono causare il danneggiamento dei dati o il guasto del disco. Fortunatamente, negli ultimi anni la loro affidabilità è migliorata di molto.

Per essere sicuri di acquistare un dispositivo con un indice di durata adeguato, puoi consultare la garanzia del produttore. Alcuni dei migliori marchi offrono una garanzia fino a 5 anni. I modelli professionali possono arrivare fino a 10 anni. In generale, si stima che la vita media di un’unità SSD sia compresa tra i 5 e i 7 anni.

Marca

I principali produttori di dischi SSD sono Samsung, Kingston, OCZ (Toshiba), SanDisk (WD) e Crucial. Tutti offrono unità a prezzi molto interessanti e con buoni livelli di prestazioni e capacità. Inoltre, in generale, tutti questi marchi aggiornano i loro modelli con una certa frequenza.

Tra tutti i marchi, senza dubbio, quello che si distingue è Samsung. Soprattutto con i suoi modelli Samsung 970 EVO e Samsung 970 PRO, che offrono prestazioni eccellenti. Il nostro consiglio, come sempre, è quello di evitare marchi a basso costo che offrono scarsi livelli di qualità.

Conclusioni

I dischi SSD ci accompagneranno sicuramente per lungo tempo. Tuttavia, sono una tecnologia abbastanza recente; per questo motivo, sono abbastanza sconosciuti al grande pubblico. Questo rende l’acquisto di un’unità SSD un compito non molto facile.

È importante conoscere bene le caratteristiche dei dischi SSD. Inoltre, è necessario tenere in considerazione una serie di fattori come la velocità, il formato o la porta di connessione. Tuttavia, ciò non significa che non dovresti valutare anche aspetti più generali come il prezzo o il marchio.

Speriamo che questa guida ti sia stata utile per l’acquisto di un disco SSD. Se così fosse, ti saremmo molto grati se la condividessi con i tuoi amici e conoscenti.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Ruinin: 22974325/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
40 Voto(i), Media: 5,00 di 5
Loading...